Analisi di una scheda prodotto #1 – Robin Edizioni

10 dicembre 2009
By

Una scheda prodotto ben costruita è il primo passo verso la conversione. Ecco come fare

A cosa serve una scheda prodotto? Ovviamente a vendere quel prodotto. E per venderlo quella pagina deve soddisfare determinati requisiti, che variano ovviamente da prodotto a prodotto, ma anche in base al target di utenza.

In questo articolo ho esaminato una scheda prodotto della casa editrice Robin Edizioni. L’articolo in vendita è quindi un libro.

Title

Il titolo della pagina è uno degli elementi più importanti di una pagina web, e quindi anche di una scheda prodotto. Ha effetti non solo sull’ottimizzazione della pagina per i motori di ricerca, ma anche sul web marketing della stessa.

Che cosa significa questo in parole povere? Che la scheda prodotto- e quindi il prodotto stesso in vendita- non riuscirà ad emergere nelle pagine dei risultati delle ricerche se il titolo della pagina non è scritto secondo le giuste regole. Che un cliente, vedendo la scheda prodotto fra i risultati di una ricerca, non sarà tentato a cliccare su quel link e quindi a visitare- ed eventualmente ad acquistare- quel prodotto, se il titolo della pagina non è scritto secondo le giuste regole.

Esaminando il titolo di una scheda a caso possiamo leggere:
<title>Robin Edizioni - Doppie identità - Collana: Biblioteca</title>

Questo titolo ci offre 3 informazioni, due delle quali inutili, e manca di altre 2 informazioni, che sarebbero state invece utili ai fini della vendita di quel prodotto.

  1. La prima informazione che è stata inserita è il nome della casa editrice- e quindi del sito: informazione superflua.
  2. La seconda è il titolo del libro “Doppie identità”: informazione incompleta.
  3. La terza è il nome della collana di cui fa parte quel libro: altra informazione superflua.

Nel titolo di quella pagina non è necessario ripetere il nome della casa editrice o quantomeno non è necessario inserire quell’informazione al primo posto. Il titolo del libro in sé non suggerisce il nome dell’autore, non fa quindi scattare la curiosità nel lettore e quindi nel potenziale cliente. Il nome della collana va bene inserito nella scheda del prodotto, per comunicare all’utente la sezione del sito in cui è archiviato quel prodotto, ma non ha alcuna utilità nel titolo della pagina.

Scrivendo invece un titolo in questo modo:

<title>Doppie identità di Bram Stoker %u2013 Saggio pubblicato da Robin Edizioni</title>

comunichiamo all’utente informazioni complete sul libro (titolo del libro e autore), sul genere letterario a cui appartiene e sulla casa editrice che lo pubblica. Ovviamente questo titolo può essere migliorato e modificato, ma è importante che si comunichino all’utente le informazioni fondamentali per far riconoscere e vendere quel prodotto.

Descrizione della pagina

Brevemente definiamo la descrizione di una pagina il testo che si legge sotto al titolo nelle pagine dei risultati di un motore di ricerca. A cosa serve è presto detto: a promuovere quel risultato fra i dieci della pagina in cui viene visualizzato.

Migliore e più attinente al contenuto della pagina sarà quella descrizione, maggiori saranno le possibilità che un utente- e un potenziale cliente- clicchi su quel risultato e visiti quella pagina.

Esaminando- nel codice HTML della suddetta scheda prodotto- la description o descrizione della pagina, possiamo leggere:

<meta name="description" content="Il nuovo sito della casa editrice Robin Edizioni - Biblioteca del Vascello, con il suo vasto catalogo online" />

Non è difficile intuire come questa descrizione si addica alla home page del sito e non certo alla scheda prodotto.

Sulla descrizione c’è da dire comunque che i motori di ricerca non sempre inseriscono quella che viene scritta dal web master, ma possono inserire un testo estrapolato dalla pagina stessa, in funzione delle parole chiave usate dagli utenti per ricercare quell’informazione.

E’ bene però scrivere per ogni pagina la giusta descrizione, per non rischiare di trovare nelle pagine dei risultati un testo che nulla a che vedere con quella specifica pagina.

Una possibile descrizione per quella scheda prodotto potrebbe essere:

<meta name="description" content="Scheda del saggio Doppie identità di Bram Stoker, l'autore di Dracula. E' possibile leggere alcune pagine nel sito e acquistare il libro online." />

Link all’autore

Un link verso la pagina che raccoglie tutte le pubblicazioni relative all’autore avrebbe aiutato l’utente, senza costringerlo ad effettuare la ricerca col motore interno del sito.

Immagine cliccabile

Sono un amante delle immagini, utilissime per vendere un prodotto. In una scheda prodotto, secondo me, non è sufficiente un’icona di poco più di 100 pixel di larghezza per rappresentare quel prodotto. Anche se si tratta di un libro, dare la possibilità all’utente di cliccare sulla copertina e vedere l’immagine a una grandezza maggiore e con una buona risoluzione è un ottimo servizio. E potrebbe aumentare le possibilità di vendita.

Leggilo

Un ottimo servizio questo offerto dal sito: la possibilità di poter leggere alcune pagine del libro. In questo caso è un pdf, e l’utente ne viene avvisato dal testo alternativo all’immagine del bottone.

Su questo devo però fare un appunto tecnico. Gli utenti leggeranno soltanto “file PDF” (che è il testo contenuto nell’attributo title del link: Firefox non visualizza i testi dell’attributo alt e Internet Explorer dà la precedenza all’attributo title), mentre il testo alternativo all’immagine, quindi contenuto nell’attributo alt, è “leggi le prime pagine di questo libro”.

In tutti e due i casi l’informazione data all’utente è incompleta. Nel primo caso sappiamo che stiamo per aprire un documento in formato pdf: l’apertura di un pdf rallenta il computer ed è bene esserne avvisati. Nel secondo sappiamo che possiamo leggere qualche pagina, ma non su quale supporto.

Compralo online

Se dapprima un utente pensa di avere la possibilità di acquistare quel libro direttamente nel sito di Robin Edizioni, dovrà poi ricredersi, perché viene dirottato nel sito webster.it, alla pagina di vendita di quel libro.

Anche in questo caso c’è un appunto tecnico da fare: sul bottone “Compralo online” è stato soltanto scritto il testo alternativo all’immagine, quindi solo gli utenti di Internet Explorer sapranno dove andranno a finire.

Allineamento a destra nella descrizione

La descrizione di un prodotto deve essere scritta nel modo più chiaro e completo possibile. In questo caso è stato scelto di allineare il testo a destra, ma la lettura ne risente. Le righe più lunghe saranno più visibili, rispetto a quelle più corte, e l’utente potrebbe saltare qualche informazione.

La pagina della scheda prodotto esaminata è visibile a questo indirizzo: http://www.robinedizioni.it/doppie-identita

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS Webinar in Arrivo

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.

Seguici su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: