La regola delle 6 S per un e-commerce

28 dicembre 2009
By

Sei punti di forza che un sito di commercio elettronico deve avere per fare la differenza

Da cliente vedo un sito di commercio elettronico come un luogo- anche se virtuale- in cui poter acquistare meglio che in un negozio normale. “Meglio” significa che devo trovarvi delle convenienze che un negozio reale non mi offre.
Ho qui individuato sei “S” che secondo me caratterizzano un buon sito di commercio elettronico.

1. Sicurezza

Un sito di commercio elettronico deve dare sicurezza al cliente, innanzitutto. Per molti gli acquisti online sono ancora visti con sospetto e scetticismo. Paure di clonazione di carte di credito si aggiungono al timore di pagare a vuoto, senza ricevere poi la merce. La sicurezza deve quindi essere la base su cui fondare il proprio e-commerce.

2. Scelta

Un negozio online deve avere un’ampia scelta di prodotti da offrire ai propri clienti. A differenza di un normale negozio, che ovviamente può avere problemi logistici, un negozio elettronico non ha problemi di spazio, ma al limite- e sottolineo al limite- di spazio virtuale, comunque risolvibili.

3. Semplicità

In rete naviga chiunque, sia esperti che novellini del web. Un sito di commercio elettronico deve essere semplice da usare, chiaro. Le varie operazioni devono essere di veloce apprendimento per ogni utente. Curare l’usabilità del proprio e-commerce significa aumentare le probabilità di vendita.

4. Sconti

Perché dovrei comprare online e non in un comune negozio? Perché pagare, oltre allo stesso prezzo, anche le spese di spedizione? Personalmente acquisto online non solo perché è comodo, ma anche e soprattutto perché risparmio. Se il cliente trova un negozio in cui risparmia, ci acquista di sicuro. Ne ricaverà non solo un risparmio di tempo, ma anche di denaro.

5. Servizi

Un e-commerce deve limitarsi a vendere i propri prodotti oppure deve offrire ai clienti anche dei servizi annessi? Se facciamo il paragone con la vita reale, quante volte abbiamo preferito acquistare in un negozio piuttosto che in un altro perché, ad esempio, nel primo il negoziante ci avvisava quando il prodotto che era finito sarebbe stato di nuovo disponibile? Così in un sito di commercio elettronico possiamo trovare un’altra serie di servizi come:

  • possibilità di spedire a un altro indirizzo
  • possibilità di fare un pacco regalo
  • essere avvisati quando torna disponibile un prodotto
  • leggere le recensioni sui prodotti
  • ecc.

6. Supporto

L’assistenza al cliente non deve assolutamente mancare. Come in un normale negozio siamo abituati a ricevere aiuto, a maggior ragione in un negozio elettronico possiamo riscontrare molti più problemi, proprio per il fatto che stiamo acquistando tramite una macchina. Non riusciamo a trovare un prodotto col motore di ricerca, non funziona un link, il carrello non si aggiorna, abbiamo sbagliato a fare un ordine, ecc. Gli esempi sono tanti. E’ necessario dare supporto al cliente velocemente e non abbandonarlo a se stesso. O lui abbandonerà il negozio.

Quali altre “S” vi vengono in mente?

Tags: , ,

One Response to La regola delle 6 S per un e-commerce

  1. Mantanera on 29 dicembre 2009 at 7:02 pm

    Sì, giustissimo: penso che tra i servizi importanti ci sia anche la tracciabilità del pacco e l’eventuale possibilità per il cliente di segnalare un orario preferito per la ricezione del pacco. Non so però se tutti i corrieri sono disponibili a dare questi servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS Webinar in Arrivo

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.

Seguici su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: